Primo Piano

 

 

Spazi per corpi in attesa di trasformazione di Clara Luiselli

DATA: 07/07/2017 - 15/07/2017
Dal 7 al 15 luglio 2017. Dalle 17 alle 23LUOGO: Pergine Valsugana
Palazzo HippolitiORGANIZZATORE: Pergine Spettacolo Aperto

Tratti sottili e mobili su fogli di carta da lucido delineano corpi in contatto fra loro, tracciano labili confini fisici. Sono fattezze minimali quelle create da Clara Luiselli, forme umane pure, private del loro contesto originario e di un qualsivoglia sfondo, e messe a fluttuare in uno spazio vuoto, che amplifica la dinamica dell’incontro di coppia.

VINCITORE BANDO OPEN 2017 Il suo fare artistico è impegnato in una ricerca di compenetrazione tra opera e fruitore  (“L’Eco di Bergamo”) un’idea di Clara Luiselli visual artist e performer Tratti sottili e mobili su fogli di carta da lucido delineano corpi in contatto fra loro, tracciano labili confini fisici. Sono fattezze minimali quelle create da Clara Luiselli, forme umane pure, private del loro contesto originario e di un qualsivoglia sfondo, e messe a fluttuare in uno spazio vuoto, che amplifica la dinamica dell’incontro di coppia. La loro comunicazione avviene attraverso punti uniti da un filo rosso, in un dialogo fluido e non definito a priori: si avvicinano e si allontanano, si uniscono e si separano con il tendersi o l’allentarsi del filo, con l’aprire o il ripiegare i fogli. La dimensione sensoriale dello spettatore è parte integrante dell’installazione: ciascun disegno è pensato per essere disteso, richiuso, ascoltato e osservato da differenti punti di vista. È una relazione possibile, mai scontata o immutabile: basta un lieve, quasi impercettibile movimento della superficie o un leggero spostamento di prospettiva dell’osservatore, e le dinamiche interne alla coppia raffigurata si trasformano, fin quasi a stravolgersi. Il progetto nasce dall’osservazione di opere pittoriche di differenti epoche storiche che hanno come soggetto coppie di figure, o in rare occasioni terzetti, nelle loro molteplici opportunità relazionali. L’installazione prevede un numero molto elevato di disegni, che andranno a costellare le pareti di una piccola stanza, immaginata come corpo-contenitore capace di accogliere un altro corpo (quello del visitatore) in cerca della sua forma. Lo spazio espositivo è pensato per far accedere un visitatore per volta, il quale potrà trattenersi e interagire con i disegni per tutto il tempo desiderato. Potrà anche distendersi su un piccolo materasso mobile ed entrare in connessione con lo spazio. Clara Luiselli, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bergamo, ha un’attività artistica multiforme che va dalla performing art all’installazione, dalla produzione site specific alla scultura. Ha frequentato varie residenze e nel 2001 ha vinto il premio Targetti Art Light. Le sue opere sono state esposte in diversi spazi pubblici e privati tra i quali il Chelsea Art Museum di New York, il MAK di Vienna, la GAM di Genova, la Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia e il Teatro Valle di Roma. Ha preso parte inoltre alla LIV Biennale di Venezia Padiglione Italia/Accademie, alla IX Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo (BJCEM) di Roma e Sarajevo, e al Premio internazionale Giovane Scultura presso la Fondazione Pomodoro. La sua versatile produzione artistica è strettamente legata al principio della trasformazione continua e segue processi di “impermanenza”, indicando una possibilità di incontro tra la dimensione visibile della realtà e quella visionaria e intangibile del mondo sottile. Dentro gli eventi apparentemente insignificanti e nei piccoli accadimenti del quotidiano, intravede sempre un’opportunità di dialogo con l’Altro da Sé.

Spazi per corpi in attesa

operatore on line

A disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione:
Tel: 0461 493219
Mail: pariopportunita@provincia.tn.it

<<<dic 2017>>>
lunmarmergiovensabdom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031