4. Cittadinanza e partecipazione

Associazione A.D.Ele

 

 

Fondata a Trento lunedì 8 marzo 2004, A.D.Ele. (Associazione Donne ELEttrici) è un’associazione formata da donne (attualmente 257 tra iscritte e simpatizzanti) che rappresentano diverse sensibilità politiche, a dimostrazione di quanto sia trasversale la preoccupazione ed il disagio per l’esigua rappresentanza femminile nelle istituzioni. Ciascuna ha la propria individualità, mantiene i propri valori di riferimento, si riconosce in precisi gruppi organizzati: ma tutte condividono la volontà di essere solidali nell’impegno di garantire una più forte presenza delle donne nella società e nelle istituzioni pubbliche.

E’ una questione di civiltà fare in modo che le diverse anime della società civile, quella maschile e quella femminile, possano sedere insieme nei luoghi in cui si decide il destino della comunità e possano condividere l’azione politica che di tale destino è la principale artefice.

E’ innegabile che la presenza delle donne nei pubblici incarichi garantisca nuove competenze, nuovi saperi, nuove capacità, nuove attenzioni e che offra contributi preziosi per tutti, uomini e donne indistintamente. Per questo non si può accettare che la democrazia risulti impoverita da un deficit di rappresentanza che toglie ad una consistente parte della popolazione, quella di genere femminile, la possibilità di partecipare efficacemente all’edificazione del nostro futuro. In coerenza con una tale impostazione le donne di ADEle hanno deciso di operare in sinergia per formare, promuovere e sostenere le donne quali cittadine attive, affinché possano rendersi protagoniste delle realtà politiche, economiche, sociali, lavorative e culturali del proprio territorio.

Più in particolare, le donne di ADEle si propongono di ridurre i vincoli strutturali e culturali che limitano la presenza femminile nei luoghi della politica, sia nelle cariche elettive che nelle posizioni gestionali nei partiti. A tal fine, prescindendo dall’appartenenza partitica di ciascuna, operano in via trasversale così da far preparare, motivare, stimolare ed incentivare le donne a ricoprire ruoli di responsabilità, valorizzando competenze, sensibilità e conoscenze di cui ciascuna, singolarmente, è portatrice.
 
Le donne di ADEle si impegnano inoltre a:
- costruire network trasversali ai diversi ambiti della politica e delle istituzioni per promuovere la partecipazione delle donne alle cariche pubbliche;
- predisporre azioni rivolte a favorire una maggiore consapevolezza rispetto alle tematiche di genere nelle organizzazioni politiche, sociali e dei contesti della vita civile;
- promuovere attività di monitoraggio della distribuzione di genere nelle nomine pubbliche, finalizzate all’individuazione di fenomeni di segregazione verticale e orizzontale, nonché allo studio dei processi e delle pratiche di costruzione e riproduzione delle disuguaglianze di genere nell’agire politico;
- curare la redazione di una banca dati in cui siano inserite donne caratterizzate da competenze specifiche nei diversi settori dell’azione politica o, eventualmente, anche uomini che si siano dimostrati attenti alla dimensione di genere;
- individuare, valorizzare e diffondere buone prassi finalizzate a riequilibrare la presenza di uomini e donne e a ridefinire le culture di genere nei luoghi del lavoro e della politica; promuovere azioni rivolte ad incentivare l’orientamento alla partecipazione politica della componente femminile (es. corsi di formazione, sensibilizzazione nei mondi giovanili, ecc…);
- contribuire a trasformare il contesto sociale affinché vengano superate discriminazioni che penalizzano le donne in ogni settore della vita pubblica e privata.
 
Nell’occasione delle scadenze elettorali ADEle vuole contribuire a rafforzare e a rendere visibili le candidature femminili intervenendo in almeno tre direzioni:
- affiancando, con momenti di incontro, di condivisione, di formazione, le donne che danno la loro disponibilità a partecipare alla campagna elettorale;
- chiedendo ai partiti politici non solo di assicurare la reale e numerosa presenza di donne nelle liste, ma soprattutto di sostenere efficacemente le proprie candidate;
- sensibilizzando, attraverso giornali, radio e televisioni locali, le cittadine ed i cittadini trentini perché una maggiore consapevolezza del problema sollevato si traduca in un voto capace di riequilibrare l’attuale deficit di rappresentanza.

operatore on line

A disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione:
Tel: 0461 493219
Mail: pariopportunita@provincia.tn.it